Non cè nulla di buono o cattivo al mondo se il pensiero non lo fa tale. (William Shakespeare)

Tutti gli esami per il diabete

6 risposte [Ultimo messaggio]
paolo999
Offline
IP:
Iscritto: 20/11/2010
Messaggi:
Diabebook: non ha uno stato.
Tutti gli esami per il diabete

Chiedo gentilmente ai partecipanti al forum di fare un elenco il piu' completo possibile di tutte le visite e di tutti gli esami che si fanno per il diabete, dalla misurazione della glicemia a quella della glicata al fondo dell'occhio ai piedi etc etc.
Se la prima risposta fosse abbastanza completa, i successivi interventi potrebbero limitarsi ad aggiungere quanto non ancora elencato.
Da' molto fastidio dopo mesi o anni che si ha il diabete scoprire che c'e' un eame che sarebbe stato bene fare subito e invece nessuno ha ancora pensato di farlo fare!
Grazie
Paolo

Paolo

Ritratto di fabio81
fabio81
Offline
IP:
Iscritto: 07/03/2010
Messaggi:
Sicilia
Diabebook: non ha uno stato.
Re: Tutti gli esami per il diabete

ciao paolo!
scusa il ritardo!
beh... guarda questo link..

http://www.diabetando.net/sites/default/files/Tabella%20esami%20consigli...

ovviamente... è al massimo una guida!
un buon medico è sempre un buon medico!! può guidarti di certo meglio!!

ciaoooooooooooooooo

Fabio81 (diabetando Staff)
Regolamento
_______________________________________________________________________________________
«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi>>
A. Einstein

paolo999
Offline
IP:
Iscritto: 20/11/2010
Messaggi:
Diabebook: non ha uno stato.
Re: Tutti gli esami per il diabete

Grazie Fabio, visto che nessuno rispondeva temevo che l'argomento non interessasse.
Prendiamo pure come base lo specchietto che hai indicato.
Aggiungerei la misurazione del c-peptide, da una a tre volte l'anno, per vedere quanta insulina riescono ancora a produrre le cellule beta.
E ci sarebbe in parallelo la misurazione della insulina nel sangue (insulinemia), parente stretto dell'esame del c-peptide, sembrerebbe quasi superfluo, ma visto che ne diabete e' tutto un complicato gioco di equilibri, misurare entrambi sarebbe saggio.
Non compare la misurazione della massa magra e massa grassa. Al servizio di diabetologia e dall'endocrinologo usano bilancie vecchio stile, niente di elettronico, e fin li' niente da ridire, pare siano piu' precise e piu' sicure, solo che non misurano massa magra e massa grassa, come fanno tante bilancie moderne, che a volte in offerta speciale costano 15 euro o poco piu'. Ed uno dei primi segni di un possibile diabete, nella fase di sindrome dismetabolica ( con glicemia tra 100 e 125) e' proprio la diminuzione del rapporto massa magra/ massa grassa, insomma la ciccia aumenta.
Tutto questo non per cercare il pelo nell'uovo, ma per avere un elenco il piu' possibile completo di esami, poi si puo' vedere a cosa servono, e se sia il caso di farli, parlandone col medico, ma certo per prima cosa bisogna sapere che esistono. Che esistesse la misurazione del c-peptide l'ho scoperto in questo forum, al servizio di diabetologia non l'hanno mai nemmeno nominato, non so se per negligenza, o per contenere le spese della sanita' o che altro motivo.
Quindi chi piu' ha piu' ne elenchi!
Paolo

Paolo

Ritratto di gib
gib
Offline
IP:
Iscritto: 08/03/2010
Messaggi:
Treviso (TV)
Veneto
Diabebook: non ha uno stato.
Re: Tutti gli esami per il diabete

Ciao Paolo
effettuare il controllo del c-peptide periodicamente penso sia importante soprattutto in fase di diagnosi nei casi di cosiddetto pre-diabete oppure nel lada. Credo anche nel tipo 2 soprattutto per verificare il pancreas a che gioco sta giocando (se qualcuno ha maggiori informazioni a riguardo lo scriva). Nel tipo 1, passata la fase iniziale, forse non serve più tanto però anche qui se qualcuno ha maggiori informazioni le scriva perché è solo una mia supposizione.

(diabetando Staff - Moderatore)
Regolamento

Tipo 1 dal 2000. Microinfusore+Novorapid

fasbass8
Offline
IP:
Iscritto: 21/03/2013
Messaggi:
Perugia ()
Umbria
Diabebook: non ha uno stato.
Re: Tutti gli esami per il diabete

"Riuppo" questo post datato, se possono esservi di aiuto i miei dati e la mia esperienza:
Età: 28
Altezza: 170
Peso: 55
Diabete (357 a digiuno) scoperto per caso in occasione di esami pre-operatori;
Emoglobina glicata: 12,3
Inizialmente, vista l' età e visto l' esordio brusco, tipizzato di tipo 1;
Terapia iniziale: insulina 4 volte al dì

ADESSO INVECE....

Risultati degli anticorpi: TUTTI NEGATIVI (21OH Ab, IA2 Ab, GAD65 Ab);
C-Peptide a digiuno e senza insulina: 0,69 (per nulla incoraggiante);
C-Peptide ripetuto a stomaco pieno (bombolone alla crema): 2,43 (perfetto);
Emoglobina glicata ripetuta solo dopo 3 mesi e mezzo: 6,5;
In seguito a ciò ho iniziato con Metformina: 1000 mg a colazione, 500 a pranzo, 1000 a cena e sole 5 unità di Lantus prima di coricarmi.

A questo punto che diavolo di diabete ho?? Sicuramente non è il tipo 1, ne il Mody.
Si parla di tipo 2 (decisamente anomalo, vista l' età e il peso, anche se è verissimo che facevo man bassa tutti i giorni di gelati, snack, Coca Cola, dolci vari e cioccolate, in più c' è familiarità).
Rischio di diventare LADA? Se si, perchè e in che tempi?

Ritratto di Cryss76
Cryss76
Offline
IP:
Iscritto: 19/12/2012
Messaggi:
Genova (GE)
Liguria
Diabebook: non ha uno stato.
Re: Tutti gli esami per il diabete

Ciao fasbass8,
mi sembra quasi di vedere la fotocopia della mia storia, solo che a me non è stato scoperto per caso in post operazione ma bensì dopo una settimana circa che vedevo ofuscato ho fatto il test glicemico in farmacia, risultato: a fondo scala, quindi di corsa al pronto soccorso, misurazione glicemia = 470mg/l, ricovero, inizio primi boli d'insulina, poi mi trasferiscono in endocrinologia ed in 3 giorni mi stabilizzano alla grande e mi dimettono con metformina 500 +lantus 8 unità prima di andare a dormire.
Passano i giorni e le glicemie diventano quelle di una persona quasi normale,allora mi tolgono dopo la prima visita il Lantus e mi lasciano solo le pastiglie; seconda visita ed arriva l'esito dei marcatori, un po' altini ed il professore riesce a farmi sprofondare nel panico dicendomi che molto probabilmente ho il LADA e che quasi certamente in futuro diventerò insulinodipendente. Cambio posto e trovo una gran brava diabetologa qui a Genova, mi viene detto di non fasciarmi la testa e che per ora si continua con le sole pastiglie prima di pranzo e cena, quindi mi levano quelle prima di colazione; naturalmente devo seguire una dieta equilibrata e con un controllato numero di carboidrati, sono tutt'ora in una fase di diabete ottimamente compensato, solo che ogni tanto mi echeggia il suono di quell'orribile LADA che per me significa intravedere un futuro da insulinodipendente; ma la cosa che mi preoccupa maggiormente non è il fatto di fare l'insulina, anzi, il contrario, ma piuttosto è la paura di non riuscire a gestire bene gli sbalzi delle glicemie, soprattutto delle ipo, che fortunatamente per ora con questo tipo di situazione non ci sono !!!!!

Ritratto di garidan
garidan
Offline
IP:
Iscritto: 16/08/2010
Messaggi:
Treviso (TV)
Veneto
Diabebook: non ha uno stato.
Re: Tutti gli esami per il diabete

LADA per definizione significa un diabete tipo 1 che esordisce lentamente, possono passare alcuni anni prima che le cellule beta del pancreas siano troppo poche per produrre l'insulina che serve.
Come il tipo 1, il LADA è autoimmune, per cui non si può evitare la progressione verso l'insulinodipendenza.
Il problema di LADA è di solito fare la diagnosi giusta, spesso veniva diagnosticato come tipo 2, perchè si era troppo "vecchi" per essere tipo 1.
Oggi si fanno i test degli anticorpi. Infatti il tipo 2 è caratterizzato da insulinoresistenza, cioè se pure i sintomi sono simili sono dovuti non alla mancanza di insulina ma al fatto che il corpo esige quantità sempre più alte di insulina (sto semplificando eh ?!). In realtà ci sono nel tipo 2 diversi scompensi, forse causati a catena, che portano a "errori" in vari meccanismi del corpo.

Quindi in breve uno LADA lo è o no, non lo diventa, diventa insulino dipendente.
Possono passare anni, ho letto per alcuni di 4, tra l'esordio e l'inizio della necessità di usare insulina.
Le ipo, sono da controllare ma non da temere (non al punto di rovinarsi la vita), diventano una delle variabili da gestire.

-- Daniele --
Regolamento